A cosa serve
questo nuovo sito

Lug 25, 2012 by     No Comments    Posted under: il pd, il x municipio






Questa idea del sito nasce in moto, mezzo sul quale passo (anzi passavo, prima del furto della mia adorata) molto tempo nel traffico di Roma. In moto è diverso, non hai la radio che scandisce i chilometri, se squilla il cellulare non rispondi. E allora godi di lunghi momenti di astrazione dalla quotidianità e hai il tempo per ragionare, ti riprendi quel tempo per pensare che ti viene sottratto dal computer, dalle mail, dalle telefonate, da una vita che non ha più quelle pause necessarie per rimettere in fila le questioni.
E allora, rimettendo in fila le questioni, comincio a pensare: sto in un partito, il Pd del X Municipio, con il quale condivido poco o nulla. Il suo livello di credibilità è pari allo zero. Dal 2008, ormai, insieme a un gruppo di coraggiosi cerchiamo di andare in “direzione ostinata e contraria”. Ma poi, quando esci dalle riunioni hai sempre un senso di impotenza e parlando con i cittadini ti rendi conto sempre più con il tuo partito quello di cui sei stato fondatore, ha un livello di credibilità sotto lo zero. Ti rendi conto che, proprio sul tuo territorio, il Pd non è considerato un interlocutore credibile da chi si occupa di politica, dai comitati di quartiere, dai sindacati.
E allora penso: serve uno spazio diverso, bisogna rompere questo schema stantio. Uno schema in cui soltanto chi ha incarichi ufficiali nel partito ha diritto di parola. Anzi, in questo Pd del X Municipio, detta anche la linea agli altri, che manco vengono consultati.

E allora, nello spazio di venti minuti mi invento questa provocazione del movimento sette stelle. Un modo per dire chiaramente: mi riprendo la libertà di dire quello che penso fino in fondo. Certo la sinistra resta il mio riferimento politico e culturale, non potrebbe essere altrimenti. Ma una sinistra in grado di coniugare al futuro il suo patrimonio storico di valori e di lotte. E il Pd, oggi, rappresenta o può rappresentare tutto questo? Davvero non lo so, di certo non in X Municipio. E di certo, parlo a livello più generale, non può esserlo se non cambia la sua struttura e si inventa forme di partecipazione nuove. Comunque resto a combatterla questa battaglia per fare del Pd il partito che avevamo sognato. Ma la combatterò fuori dalle correnti, pubblicamente, senza avere paura. Con chi ci sta.

Tornando al X Municipio: io credo che possa essere preso ad esempio per descrivere cosa non deve essere la politica. Consiglieri che stanno lì da trent’anni e hanno attraversato tutto o quasi l’arco politico (Pci, Dp, Verdi, Msi, An, Pdl), un’amministrazione con numerose zone grigie, poco trasparenti. Politici che frequentano troppo gli imprenditori e mai i cittadini. Una concezione della partecipazione che più o meno segue questo schema: noi decidiamo, poi vi informiamo e se dite no facciamo anche gli offesi. In più, quando non ci sono interessi dietro, le decisioni le prende chi strilla più forte, il concetto di “interesse generale” sembra una bestemmia. E allora si corre dietro alle proteste da un lato, si ignorano dall’altro. Una roba da ricovero coatto al Dipartimento di salute mentale.

Ma penso al tempo stesso che il nostro sia un quadrante essenziale per il futuro dell’area metropolitana che gravita intorno al X Municipio. Intanto per gli insediamenti culturali e produttivi: basta pensare a Cinecittà e all’Università di Tor Vergata. Poi per le questioni legate alla mobilità (inserire link). Senza dimenticare i progetti di espansione urbanistica che ne fanno sicuramente una delle aree dove nei prossimi anni sarà più forte la cementificazione. Insomma, per farla breve: la sfida per il X Municipio è strategica per tutta Roma. E non solo: l’area metropolitana in questo quadrante esiste nei fatti da anni. Per questo, fra una curva e una fila, penso: rompiamo gli schemi e vediamo che succede.

Vedete quanti danni può provocare il sistema romano della mobilità? Rassicuro comunque qualche grillino preoccupato: il movimento sette stelle non esiste, era solo una finzione mediatica. Un modo per dire, guardate che qua la situazione è grave.

Il resto è vero: cominciamo con questo sito e vediamo che succede.

Ps: girando per queste pagine, insieme a qualche idea per governare questa benedetta capitale,  trovate aggregato materiale vario, lavori scritti negli anni, altre cose caricherò nelle prossime settimane. Mi sembrava interessante mettere insieme in uno stesso luogo, pensieri del passato, sempre a voce alta!








Commenti

comments

Got anything to say? Go ahead and leave a comment!

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Cerca

mese per mese

dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31